Storia

Alberto con castagne in braccio2

La Gelateria dei Gracchi di Alberto Manassei

L’idea iniziale nasce nel 1981 a San Teodoro in Sardegna quando Alberto Manassei si lascia coinvolgere dal fratello Vittorio, già esperto di gelateria, che lo sprona e gli insegna i primi trucchi del mestiere.

Alberto, dal canto suo, coltiva da sempre la passione per la musica e per l’arte della liuteria che pratica già da diverso tempo.

E’ con questo spirito che accetta la sfida di imparare l’arte del gelatiere, mettendoci tutto l’impegno e la creatività di cui è capace.

Quello che impara a realizzare in Sardegna è un prodotto che ha già degli elementi di novità rispetto a un semplice gelato di buona fattura commerciale.

Il salto di qualità avviene diciotto anni più tardi, nel 1999, quando decide di aprire un’identica attività nella Capitale.

Nasce così, nel cuore del quartiere Prati a Roma, la Gelateria dei Gracchi che è pronta per offrire al pubblico un gelato artigianale fatto esclusivamente con prodotti naturali, senza conservanti, coloranti e grassi idrogenati. Seguire le stagioni e il ciclo biologico delle materie prime – tutte italiane e a chilometro zero – è la sua filosofia.

In questo modo è garantita la bontà e la freschezza del frutto maturato sulla pianta e di conseguenza l’eccellenza del gelato.

Il passaparola della prima clientela, l’attenzione della carta stampata – articoli su il Messaggero e il Gambero Rosso – e della televisione – 1 Mattina su RaiUno – contribuiscono ad allargare la fama di questa nuova realtà.

Al giro di boa del primo decennio degli anni Duemila la Gelateria dei Gracchi è un punto di riferimento a Roma per chi ama e apprezza il gelato artigianale di qualità. Il suo fiore all’occhiello è il gusto al pistacchio, una vera prelibatezza che Alberto Manassei garantisce con l’utilizzo del vero pistacchio di Bronte.

Un riconoscimento di prestigio arriva con l’invito alla manifestazione Gastronomika 2014 a San Sebastian nei Paesi Baschi – uno dei più importanti congressi mondiali di cucina d’autore – dove il fondatore della Gelateria dei Gracchi tiene una lectio magistralis sul gelato al pistacchio.

Nel tempo, alla sede di via dei Gracchi, si aggiungono i punti vendita di viale Regina Margherita, di via di Ripetta e di via di San Pantaleo, alle spalle di Piazza Navona.

Top